Modulo formativo frontale: mobilità ciclistica in ambito urbano

Linea 7
Data: 14 Maggio 2019 - 16 Maggio 2019

Luogo: Livorno

L7 – Sviluppo di modelli e strumenti per la gestione della mobilità urbana sostenibile

A7.2 Azioni di formazione mirate allo sviluppo della capacity building delle amministrazioni locali sulla mobilità urbana sostenibile. Saranno organizzati moduli formativi rivolti ai rappresentanti delle Amministrazioni locali delle Regioni, nei quali saranno approfonditi gli aspetti normativi, economici, di governance e gli impatti ambientali relativi al tema specifico scelto. Al fine di creare un network tra gli operatori pubblici che hanno partecipato alla formazione e favorire iniziative di confronto e scambio di informazioni e buone pratiche, sarà creata una community virtuale in cui i funzionari potranno dialogare tra loro in merito alle tematiche affrontate nei moduli formativi annuali. /strong>

Mobilità ciclistica in ambito urbano, concluso Modulo CReIAMO a Livorno per formare tecnici e mobility manager.

Tre giorni nell’auditorium del Museo di Storia Naturale, organizzati dal Ministero dell’Ambiente.

Dal 14 al 16 maggio a Livorno, nell’Auditorium del Museo di Storia Naturale, la linea di intervento 7 “Sviluppo di modelli e strumenti per la gestione della mobilità urbana sostenibile” del Progetto CReIAMO PA (progetto a valere sul Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, con Sogesid Soggetto Attuatore) ha realizzato un intervento formativo per innalzare le competenze tecnico-amministrative delle amministrazioni regionali e locali in attuazione delle politiche di gestione della mobilità urbana sostenibile e finalizzato ad accrescere la capacity building delle Amministrazioni Regionali e Locali.

L’evento di Livorno si inserisce nelle “Azioni di formazione mirate allo sviluppo della capacity building delle amministrazioni locali sulla mobilità urbana sostenibile” prevista dalla linea e progettate dalle Unità tecniche presenti: è stato l’occasione per avviare una “rete” di amministrazioni, su scala nazionale, in grado di lavorare in modo sinergico su obiettivi comuni e condivisi, attraverso uno scambio di esperienze e buone pratiche.

I moduli sono stati svolti da esperti di mobilità ciclistica provenienti dalla Long List di CReIAMO PA e da tecnici appartenenti alla PA, che hanno inquadrato il tema secondo diverse prospettive: le tendenze della mobilità ciclistica, il quadro normativo e gli aspetti di governance, gli obiettivi con i relativi target da raggiungere, esperienze italiane quali la rete di itinerari ciclabili prioritari, le isole ambientali, le strade 30, le aree pedonali, le zone residenziali e le Ztl. Sono stati affrontati inoltre temi quali la moderazione del traffico, l’integrazione della mobilità ciclistica con il trasporto pubblico, la promozione della sicurezza, le attività di sviluppo della ciclabilità e di educazione e partecipazione della cittadinanza. Nello scambio di esperienze e buone pratiche sono intervenuti: A. Marescotti del Comune di Padova, T. Flenghi ed E. Giraldi del Comune di Pesaro, S. Deromedis della Provincia di Trento, M. Passigato dell’Università di Verona e G. Baronio del Comune di Cesena e I. Nicotra della Provincia di Livorno. I moduli formativi hanno visto la partecipazione dell’arch L. La Torre (Ma0), Daniele Mirani e M. Toigo (Simung ricerche) e F. del Prete (Legambici). Nel corso del modulo formativo sono state messe a confronto diversi modelli organizzativi di servizi di bikesharing e sono intervenuti G. Pin (Bicincittà), D. Lazzari (Mobike), P. Peyron  (Nextbike).

A margine del secondo giorno di lavoro i partecipanti al corso sono stati accompagnati dall’Assessore alla Mobilità del Comune di Livorno Giuseppe Vece a visitare sperimentare alcuni itinerari ciclabili di Livorno, usando le biciclette a pedalata assistita messe a disposizione dalla Provincia di Livorno (Progetto Modì). L’iniziativa ha costituito un’occasione per verificare sul campo successi e criticità della mobilità ciclistica. 

I lavori sono stati conclusi da Mauro Necci, Funzionario del Ministero dell'Ambiente (Direzione Generale Clima ed Energia) che ha sottolineato l’importanza del cambio di prospettiva e considerazione della mobilità ciclistica, rappresentando tutto l’interesse e la cura del Ministero nell’accompagnare, con misure concrete, le attività delle Amministrazioni.

I materiali dell'evento sono disponibili nella sezione Documenti

 

Calendario

Documenti e toolkit