Gap Analysis: confronto sulla metodologia

Linea 6 - WP1
Data: 19 Maggio 2020

Luogo: Videoconferenza (inizio 14:30 - fine 16:30)

L6 - Rafforzamento della politica integrata delle risorse idriche

WP1 - Rafforzamento capacità amministrativa e tecnica autorità competenti gestione e uso sostenibile risorsa idrica

A6.4 - Rafforzamento della capacità amministrativa nell’ambito della pianificazione distrettuale


Gap Analysis: confronto sulla metodologia con l'Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po.

Nel percorso verso la definizione di una metodologia omogenea su scala nazionale di analisi del gap, da utilizzare nella predisposizione del secondo aggiornamento dei piani di gestione delle Acque, il prossimo 19 maggio è stato programmato un incontro in videoconferenza con l’Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po.

Nel corso dell'affiancamento saranno dimostrati gli esiti dell'applicazione pratica di modelli di analisi su un set di corpi idrici, al fine di condividere i risultati e acquisire le osservazioni dell’Autorità circa l’immediata applicabilità di tali modelli al distretto del Po e di suggerimenti per migliorare il metodo.

La Gap Analysis, nei Piani di gestione delle Acque, ha infatti lo scopo di supportare l’azione delle Autorità di Distretto nella redazione del documento di analisi economica e nell'identificazione delle misure (interventi a carattere strutturale e non) di miglioramento dello stato di qualità dei corpi idrici più appropriate in termini di rapporto costo-efficacia per raggiungere gli obiettivi ambientali fissati dalla Direttiva Quadro Acque.

L'incontro sarà tenuto dai tecnici della Linea 6 WP1 che stanno sviluppando il metodo per la Gap Analysis insieme al dott. Silverio Abati (Prog. Mettiamoci in RIGA, Linea L7).

Resoconto affiancamento

Una proposta di metodologia per sviluppare l'analisi dei GAP necessaria alla predisposizione dei Piani di Gestione Acque è stata al centro dell'incontro con l'Autorità di Bacino distrettuale del Fiume Po. Il gruppo tecnico composto da Francesco Salomone, Tommaso Pacetti, Giovanni Marchese e Antonino Genovesi della L6 WP1 e da Silverio Abati del progetto Mettiamoci in RIGA Linea L7, ha ripercorso i passaggi fondamentali per applicare il metodo di analisi ad un singolo corpo idrico superficiale e fornito un esempio di applicazione pratica su alcuni corpi idrici del Fiume PO.

Il metodo, che impiega i dati del reporting Wise, alla ricerca di una standardizzazione applicabile su tutto il territorio nazionale, e l'applicazione del modello DPSIR, dovrebbe fornire gli elementi necessari per completare le valutazioni di costo efficacia richieste dall’Analisi economica (di cui all'art. 5 della Direttiva Acque), consentendo di gerarchizzare le pressioni alla ricerca delle relazioni tra gli investimenti pianificati, categorizzati per KTM, e la riduzione del Gap programmata.

L'incontro ha avuto la finalità di ricevere osservazioni e proposte sulla metodologia, pertanto è stato dato spazio alla discussione e alle osservazioni dei rappresentanti del Distretto, sia in merito alla futura applicabilità dello stesso a seguito di eventuali adattamenti alla disponibilità di dati e alle esigenze del territorio.

 

Calendario

Gli eventi di CReIAMO-PA

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
11
12
15
17
18
19
20
21
22
24
25
26
27
28
29
30
31
Documenti e toolkit

Direzione Generale

MATTM

Dipartimento per la transizione ecologica e gli investimenti verdi (DiTEI)

Divisione III - Politiche di coesione e programmazione regionale unitaria

Contatti

REFERENTE PROGETTO
Angelo Presta

TELEFONO
(+39) 06 5722 1

EMAIL
creiamopa-fse@minambiente.it